Cattivi pensieri

luna.jpg La luna dietro le nubi. Scivola facendo intravvedere la campagna e gli alberi lontani. Fumo appoggiato alla ringhiera del balcone. Non sono in pace anche se il paesaggio quasi mi induce ad esserlo. Non riesco a dimenticare: mezzora fà pensavo che vivere in questo posto sperduto della valle potesse rappresentare una buona cosa, per la mia famiglia, per me. Oggi non sono più sicuro di niente. 

La casa respira, è viva, è dolce e tenera e mi avvolge. Giovanna la respinge, la sente ostile. Vive i suoi demoni  che la sovrastano e non riesce ad ascoltare la poesia del silenzio.  La luna appare in tutta la sua luce tenue, pallida luna o la sua faccia cattiva?

Ho lasciato la città per il paese per lasciarmi alle spalle qualche ricordo ingombrante e piccole isole di dolore. Oggi le ritrove qui più aggressive che mai. Avverto  sulla pelle migliaia di microscopiche punture come un brivido profondo che dal cervello arriva al cuore. Non riesco più ad esprimermi, per paura o per vigliaccheria, o forse per l’abitudine a dire sempre sì. Ma sono stanco di accettare situazioni che non sento più mie. Vorrei partecipare attivamente e invece risulto quasi sempre una voce stonata e fuori dal coro. 

Un’altra sigaretta, anelli di fumo che salgono quasi a spezzare questi cattivi pensieri. sigaretta.jpg Passiamo metà della vita a rimpiangere quello che potevamo fare e non abbiamo fatto, e l’altra metà a preparare nuovi inevitabili errori. E perdiamo la bellezza dell’attimo, del momento, alla ricerca di qualcosa che non esiste.

Il buio mi avvolge. Salgo in macchina, metto in moto e mi allontano.  

 

Cattivi pensieriultima modifica: 2012-12-03T17:19:00+01:00da sandcreek12
Reposta per primo quest’articolo