Hic sunt leones

berlusconi,monti,bersani,rossi,ratzinger Il dito resta alzato e così la tensione sulla panchina. Delio, il grande, dopo la scazzottata fiorentina passa al gesto del vaffa così caro ai più. Non mi sorprende ne mi disturba. Del resto Rossi è un uomo simpatico,  sotto la cenere il fuoco. Mi infastidisce invece e non poco quel covo di alcolizzati che, la domenica sera, dalle 22.45 su Rai 1 spara cazzate senza senso, pontificando giornalisticamente e ahimè calcisticamente su tutto e tutti. E criticando aspramente l’operato dell’allenatore della Samp. Tra la cresta di Gnocchi e la chioma di Zazzaroni preferisco la sfacciata reazione del coach, che resta sempre un uomo e non un manichino bollito.

berlusconi,monti,bersani,rossi,ratzinger Berlusconi perde il pelo, ma non il vizio di guardare il culo alle belle signore e sentirsi un genio se dice frasi a doppio o triplo senso. E tutti ridono… e poi lo votano. Poi si riprende e esprime un alto concetto filosofico su Allegri” El capiss en cass”… E Allegri, mesto, sorride. 

berlusconi,monti,bersani,rossi,ratzinger Benedetto XVI lascia il pontificato. E’ stanco, è vecchio e forse non riesce più a seguire l’evolversi della Chiesa. Dopo di lui c’è il nuovo che avanza…Bonifaccio VIII o Papa Borgia. La Chiesa è sempre un passo avanti nella società.

Monti e Bersani giocano a golf insieme.  Hanno frantumato migliaia di palle. 

Senza futuro

 monti, berlusconi, povertà, disoccupazione Sono stato e lo rimango tuttora un accanito avversario di Berlusconi. Nei 18 anni del suo pontificato abbiamo assistito ad un teatro dell’assurdo degno del miglior Pirandello. Abbiamo visto una destra manganella allearsi con i separatisti in camicia verde, una borghesia debosciata  depredare l’azienda Italia, giovani democristiani diventare di botto forzisti e poi pdllini e poi centristi e poi qualunquisti pro domo sua sempre. Abbiamo visto monti, berlusconi, povertà, disoccupazione balletti di puttane, (pardon escort) e minorenni truccate da cugine di capi di stato,  igieniste dentali diventare consiglieri regionali e poi maitresse, per  finire sui rotocalchi di giornali scandalistici. Abbiamo visto emanare leggi e decreti ad personam e reati diventare azioni lecite.  E abbiamo assistito ad un aumento vertiginoso della povertà, della disoccupazione.

Quando il Cavaliere è stato costretto a lasciare la poltrona, abbiamo brindato. 

Poi è arrivato Monti, quella gallina di ferro della Fornero, Passera, direttamente dal registro degli indagati per reati finanziari e altri sergenti del lavoro….

monti, berlusconi, povertà, disoccupazione  Bla bla bla. La musica è cambiata, dicono. Lo spread è sceso, la casta si è rinforzata. E la povertà è aumentata ancora, le famiglie che non riescono ad arrivare alla fine del mese sono raddoppiate, il precariato è triplicato e le pensioni sono state bloccate e rimandate ( per gli aventi diritto nel 2013)  di quattro- sei anni. La fabbriche chiudono e la cassa integrazione è ritornata.

I giovani sono bamboccioni, non vogliono lavorare, non accettano quello che la vita al momento offre. Che cosa la vita offra ad un giovane di 20-25 anni lo sa solo quella mummia dell’Elsa.

Sembra che Monti ora  lasci la presidenza del Consiglio.

Non brinderò, aspettando di vedere ancora il peggio.

Primi e ultimi

berlusconi, bersani, pd, ilva, operai, sallusti,alfano Bersani for President. Bersani ha vinto. Ha vinto le primarie, aggiudicandosi i favori nelle Regioni rosse. Che è come dire ” se esco senza ombrello quando piove mi bagno” Sembra che il PD abbia conquistato la poltrona presidenziale degli USA. Domenica il ballottaggio per conoscere il nome del politico che guiderà la “sinistra” nella guerra dei mondi. E se sarà Bersani, attenzione alla chioma delle bambole, nessuno avrà tempo per pettinarle. 

Sallusti se la prende con Alfano: nemmeno una parola di solidarietà, anzi il parlamentare esprime critiche sulla bocciatura del ddl sulla diffamazione. Insomma Giuseppino da Agrigento vorrebbe vedere in carcere Sal “crapa pelata”.  berlusconi, bersani, pd, ilva, operai, sallusti,alfanoE il giornalista si sente offeso. Sveglia Direttore il tempo delle favole è finito!

berlusconi, bersani, pd, ilva, operai, sallusti,alfano L’ILVA di Taranto chiude l’area a freddo lasciando a casa 5000 dipendenti. Cinquemila famiglie senza reddito, senza la possibilità di sopravvivere. E’ un crimine contro l’umanità, eppure nessuno dei dirigenti verrà punito. Sulle SUV nuove faranno vacanze a  Cortina e festeggeranno il Natale e l’Anno Nuovo stappando champagne. E gli operai?  Scatta lo sciopero, manganelli e Polizia a difendere gli interessi padronali.

Intanto il Berlusca sta per fondare un nuovo partito, Forza Italia.2, la vendetta. Ne sentivamo davvero la mancanza. Bellachioma perde il pelo ma non il vizio. 

Catania e l’Italia

casta, monti, berlusconi, impresa, italia,catania,grillo Siamo tutti preoccupati. Pulvirenti fa la voce grossa contro gli arbitri che “ingenuamente” non considerano un fuorigioco juventino, e da questa azione nasce il goal, mentre lo negano considerandolo in fuorigioco al Catania.  Sudditanza, dominanza, mattanza…paranza. Siamo preoccupati, eccome! I giornali del lunedì sono una girandola di ipotesi. Va da sè che passa in secondo piano tutto il resto.

Berlusconi cerca lo strappo da Monti e divide colombe e falchi. Nei falchi abbiamo due aquile, ( non nel senso culturale), abbiamo la Santanchè milionaire e la Mussolini eia eia. Non capiscono una beatissima fava di politica, ma parlano parlano e annoiano. Però stanno con Silvio. Tra le colombe troviamo l’Alemanno romano che come Sindaco ha avuto grande successo tra familiari  e parenti. Non capisce un’acca di politica, ma sta con Monti.

Monti ha risanato l’Italia? casta, monti, berlusconi, impresa, italia,catania,grillo Non sembra proprio, se leggiamo quello che scrive la Stampa. Se l’Impresa Italia operasse all’estero le aziende avrebbero una redditività tre volte superiore Gli stipendi medi per lavoratore sarebbero superiori da un minimo di 27% della Francia ad un massimo di 56% dell’Olanda e Danimarca.  Abbiamo il costo dell’energia massimo e questo fa fuggire  gli investimenti. Lo stesso per la benzina. Una burocrazia che schiaccia l’impresa, un credito bancario con il contagocce, una tassazione alle stelle. Monti ha risanato l’Italia? 

In Sicilia sembra che il primo partito sia il Movimento 5 Stelle. E’ la rivincita del Catania. Un 3-0 secco a tavolino.

casta, monti, berlusconi, impresa, italia,catania,grillo