Non dico di far centro…

cesso.jpg Non so se vi è capitato di entrare in qualche bettola o bar sgangherato di qualche decennio fa. Magari servono un ottimo caffè,  brioches deliziose, o altro, ma i servizi igienici non sono affatto igienici. Qualche abbozzo di praticità, una catenella arrugginita, un coperchio distrutto, ma l’immancabile frase su un cartone scolorito dal tempo:”non dico di far centro, ma almeno pisciate dentro”. E questa cartello sostituisce egregiamente la concessione sanitaria dell’ASL per l’apertura del locale.

Mi ha capitato qualche giorno prima di Natale di entrare in un bar con  toilette simil attrezzata. E improvvisamente ho capito che la frase era ed è “politically incorrect”. E infatti tutti cercano di fare centro. Partiamo dal Professore papista. Cerca il centro insieme al Granduca di Montezemolo, al palazzinaro Casini, al antifiniano Fini.  Dalla sinistra ( ma c’è una grave difetto di lateralizzazione) quello che non passa il tempo a pettinare le bambole cerca il centro: ci prova con monnezza Di Pietro, con Vendola, e se non basta anche con il genovese Grillo ( che sicuramente viaggia in un’altra dimensione). Il Cavalliere cerca il centro e non solo, attraverso le solite ammucchiate Destra- Lega &C lanciando promesse e minacce e falciando le colombe del partito.

La CEI cerca il centro sperando in un interlocutore degno del più puro cattolicesimo romano.

fuorivaso.jpg Ma per la miseria, possibile che in questo panorama politico di pseudo normodotati non ci sia un personaggio capace di farla fuori dal vaso? Possibile che nemmeno uno sia in grado  di dare una sterzata e per una volta  se ne strafotta dei cartelli e tiri dritto per la sua strada?

Temo non sia possibile. Il centro incanta e la balena bianca avanza. E il capitano Achab è andato in pensione.