Due riflessioni

Piccoli  spunti per una riflessione:
  Cambiano i politici, ma la stupidità de ” Il Giornale” non cambia mai. Riporto il primo capoverso di un articolo tratto dal blog di Nicola Porro, che scrive di economia per quel quotidiano. ” La vera follia no tav è che si è creata una protesta mostruosa per un buco. Certo ci sono cittadini, tecnici, esperti che lo considerano inutile. Ma stiamo parlando di un buco. Non è la fine della democrazia. Non stiamo violando la libertà.…” Ma come è possibile liquidare l’argomento ecologico con frasi così vuote? Lo stravolgimento della Val di Susa, con i paesi e le cittadine già in essere? L’immane lavoro di trasporto ( su gomma) per eliminare 50 Km di buco? La spesa gigantesca per questa opera?
Non si può contrabbandare questa protesta come quella di frange estremiste dell’ultrasinistra libertaria. E’ una popolazione che si muove e che rivendica la propria libertà e la propria scelta di vita.

 Barricate contro Monti da parte dei Banchieri. Dimissioni contro le liberalizzazioni. Le banche si sentono  colpite nel vivo se perdono la commissione sui fidi. E allora…” se non sarà modificata ( la norma) costringerà le banche a rivedere l’intera politica creditizia nei confronti delle imprese e delle famiglie”. Sottile minaccia? Il Governo di certo correrà ai ripari. Debole con i forti e forte con i deboli.